I dispersi dell’ incontro all’unione industriali e Chiachione lo scioperante.

traffico

La drammatica foto mostra in modo eloquente l’impegno delle parti sindacali assenti al tavolo dell’ unione industriali dello scorso 28 Maggio, queste ancora ostaggi di  “altri impegni precedentemente presi e non rinviabili” da allora sono rimasti   imbottigliati e paralizzati come tutta la città, nel traffico.

La protezione civile da allora sta provvedendo al loro sostentamento, tende e cucine da campo aleggiano sulla tangenziale napoletana e strade limitrofe.

Questo intasamento automobilistico da sindacalismo frenetico verrà ricordato certamente negli annali della storia della città, e pare che già qualcuno voglia dedicare alle due sigle sindacali ed ai loro eroici segretari statue e busti in ricordo del loro supremo sacrificio, anche se qualche lavoratore curioso chiede lumi sulla ragione di questi importantissimi impegni.

Intanto in fabbrica la vita continua come se niente fosse, non un comunicato e nemmeno uno straccio di cinegiornale Luce come ai tempi del fascismo, a proposito di fascismo, e di busti, quello mussoliniano sta preparando l’adesione ad una nuova fantomatica associazione politica che dovrebbe avere come riferimento l’ex entourage finiano, egli ricorda a tutti a tutti quelli che incontra che il fu duce realizzò opere positive a iosa , omettendo di ricordare che gi ebrei di roma e di tutte le città italiane furono deportati dai nazisti proprio grazie alla loro collaborazione, ma sono dettagli, come l’entrata in guerra, ed altre bazzecole varie che portarono alla distruzione della nazione nell’anno 1945.

Il busto ultimamente non è più solo, tavole di palcoscenico gli fa spesso da guarda spalla, il nulla che osserva il niente.

Uniche variazioni sul tema sono gli strumentali tentativi di conflittualità che leccolini e leccoloni in cerca di adozione stanno provando ad innestare in questi giorni di calma prima della tempesta.

Dopo la megafonata, il comunicato condiviso a metà con l’organizzazione ostile per definizione, gli stenditori di tappeto, cercano a qualunque costo l’occasione per fare uno scioperino, anche piccolo piccolo, che dimostri quanto essi possano ancora agire sulla conflittualità del popolo di fabbrica.

Ieri ben due tentativi, il primo, un grave attentato alla sicurezza ed alla vita dei lavoratori, pare sia stato scovata un pericolosissimo modem wi-fi, ma la cosa più grave che ha sobilltato tutto il movimento sindacale è il momentaneo malfunzionamento del refrigeratore nell’area mensa.

Normalmente fanno  così, quando devono protestare o dimostrare il malumore, se la prendono con la mensa, c’è sempre uno più debole da vessare.

Stavolta hanno mandato all’attacco Chiachione. Uomo di fiducia di Annaspando, il quale, per non farlo figurare direttamente, si è preso  l’impegno di incendiare gli animi e creare quel simpatico caos che prepara le azioni di forza.

Si erge per un giorno a sindacalista di emergenza, genero del famoso “Vergognatevi di non vergognarvi, “Chiachione” sta allo sciopero come la neve a ferragosto, propina e propone lo sciopero ottenendo così un duplice obbiettivo, affossare il suo nemico di un tempo Mangiafuoco, il quale a suo tempo, riuscì nell’eroica impresa di metterlo in ferie per ben 2 settimane, pare che gli scienziati abbiamo calcolato che lo stesso evento si  ripeterà tra circa 1500 anni.

Chiacchio per gli amici, degno erede del parentastro, nel 2003 per evitare gli scioperanti entrò alla chetichella alle 2 di notte, esausto alle 15.30 uscì tra gli sberleffi generali, e fece ritorno a casa solo in sella alla vespa del suo compare Annaspando, dopo aver tentato inutilmente di intenerire il presidio vendendo la solita scusa della morte del nonno, peccato che l’aveva gia usata un altra ventina di volte sotto il regno di “Chiamatemi Carlo” suo responsabile di un tempo.

Ecco le stranezze della vita, non scioperano per l’art.18, l’alienazione dello Statuto dei lavoratori, per il rinnovo dei contratti, ma sono pronti a farlo per il modem ed il refrigeratore della mensa. Questi sono, e c’avimma fa? ce l’ama tenè….

Annunci

Informazioni su Francesco Viscione persona comune cittadino.

Amico e Compagno di altri sindacalisti scomodi e di preti scomodi, ma con larga etica ed umanità. Adoro la mia organizzazione la Fiom-Cgil, la e sua Costituzione, lo Statuto.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a I dispersi dell’ incontro all’unione industriali e Chiachione lo scioperante.

  1. ciccio67 ha detto:

    Volevo sottolineare che non è mai accaduto che io abbia scritto articoli, commenti, semplici pareri per nome e per conto di qualcuno. Ogni volta che ho sentito il bisogno di esprimere la mia visione dei fatti, l’ho fatto apertamente, in pubblico, e quasi sempre al cospetto del mio diretto interlocutore. Ho pagato personalmente la superbia e la presunzione di certe mie esternazioni e tutte le volte sono stato felice di potermi difendere senza dover far ricorso ad interposta persona. Non mi è stato invece mai possibile difendermi dalle illazioni e dal chiacchiericcio che da sempre aleggia intorno al mio nome e che nel tempo mi ha più volte causato interrogatori e confronti con chi ha diretto ed amministrato questa fabbrica. Il signor Viscione, di cui tra l’altro mi pregio di essere amico, è assolutamente in grado di rendere autonomamente il proprio pensiero. Attribuire a me la paternità dei suoi scritti non toglie vigore e sostanza allo scritto, serve piuttosto a intorbidire ancor di più le acque, impedendo di fare giusta luce sui fatti descritti. In altre parole stabilire l’identità precisa del relatore è un’operazione utile solo a diffamare persone estranee ai fatti. Un atto inutile oltrechè vile e sconsiderato chenon cancella nè confuta una sola delle righe che negli anni il Signor Viscione ha ritenuto di dover dedicare ai personaggi che hanno occupato il suo vissuto quotidiano. Sarei pertanto davvero felice che questo commento ponesse fine alla storia del ghost writer che opera nell’ombra. Prometto che, come ho sempre fatto, non mancherò di far conoscere il mio parere a chi, a mio giudizio, agisce contro l’interesse pubblico ed in offesa delle istituzioni che rappresenta, ogni volta che ne sentirò il bisogno e me ne sarà data occasione. Fino ad allora diffido chiunque a spacciare per miei i post, i volantini, e gli articoli che il signor Viscione riterrà opportuno divulgare attraverso il suo blog o le bacheche aziendali.
    Ciò detto, sia ben chiaro, che non nego di essere iscritto alla Fiom non trovando idonei a sostenere e difendere i lavoratori, le altre sigle accreditate e presenti sul territorio.
    In fede, stavolta sì
    Francesco Aliperti

  2. Caro Francesco, confermo quanto da te dichiarato, ossia la tua completa estraneità, eccezion fatta ,quando effettivamente acclarata, come nel caso della pubblicazione di tuoi interventi firmati, agli scritti di questo blog.
    Come immaginerai, simpaticissime teste di legno, e professionisti dell’incanto a buon mercato, strumentalmente cavalcano la posizione che sia tu l’eminenza grigia, il regista fuori campo, lo scrittore occulto, o nell’estremo caso, la musa ispiratrice dei post di sola e pura fantasia pubblicati in questo blog
    Il sottoscritto rinnova la completa stima ed il massimo rispetto nei tuoi confronti, e ti ringrazia per le attestazioni molteplici di stima ma sopratutto di amicizia.
    Un giorno, nei meravigliosi anni 60 e 70, si diceva, che la fantasia sarebbe andata al potere, oggi, nella società dell’informazione pilotata, non è neanche tollerata, forse per questo, essendo tu un meraviglioso e fulgido esempio di sognatore, di portatore in terra di visioni etiche e di auspicabili-futuribili sane utopie, sei additato, dagli odierni rappresenti della mediocrità e dell’indifferenza, senza alcuna colpa, di cose che non hai assolutamente fatto, anzi mai assolutamente scritto.
    Francesco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...