07 Luglio 2016 la visita di Peppe Panico, il giorno più bello in Alfa Romeo Avio Aero Ge.

13580506_10207282677406241_8813074716991202547_o

Forse solo quindici giorni sarebbe stato inimmaginabile prevedere ed immaginare quanto accaduto oggi.

Spesso l’uomo pone dei sogni e delle utopie davanti a se, e qualche volta, quelle utopie o quei sogni diventano realtà.

Gli Uomini di buona volontà, sanno porre il bene davanti a tutto, anche davanti agli interessi ed alle produzioni, e la giornata odierna ne è una conferma, una fortunata conferma.

Peppe non è una persona facile,  e soprattutto, impossibile da gestire, è buono, dolcissimo, di una generosità e di un altruismo straordinario, e se pensa, ed ha da dirti qualcosa, non te lo manda a dire.

Andarlo a trovare è una passeggiata, nel proprio cosmo interiore , una introspezione forte, devastante, ma allo stesso tempo, splendida per l’emozione e la forza che se ne trae da quell’attimo in avanti, dal quel momento che si chiude dietro te la porta di casa Panico.

Poi la prima visita diventa la seconda  e la terza inizia a dirti che in quella casa ci abiti un pò anche tu, perché il pensiero di quel ragazzo, forte, gentile dolce, ma anche irascibile, come qualsiasi, semplice, umana persona, inizia a frullarti tra la testa ed il cuore facendoti diventare qualcun e qualcos’altro.

Ne parlai subito a legami di Solidarietà, 13528169_10207230604664455_1590924788190589888_o

ed entusiasti ci recammo prima con don Peppino e poi con i volontari dell’associazione, a trovarlo per conoscerlo, e li quel giorno nacque l’idea di piantare nel suo giardino,

12274582_10205740341688812_7310171025969105731_nil piccolo alberello di limone che Peppe tanto desiderava.

Prima lo scorso anno anche Maurizio Landini era venuto a conoscerlo e salutarlo, landini

il suo segretario, quella Fiom che egli ha amato tanto da iscritto e da figlio di un padre che il sindacato lo porta nel sangue, dai tempi dell’Alenia.

Poi è emerso pian piano, quella venatura di desiderio, quell’attimo sottile, quel profumo che senti ma non riesci a catturare più, quello del lavoro, e dell’amicizia.

Post dopo post, capa tost, dopo capa tost, trovato il coraggio a quattro mani, si è sondato il terreno, la dove il buon frutto oggi può nascere e crescere, e sono arrivate le magliette, le magliette di Peppe!

13576009_10207233982388896_2144752435222353339_o13510913_10207230555943237_3571540800461797427_n13569003_10207228893061666_8750042497584819438_o

13528757_10209662315905824_5423451476214114837_n

il seme è germogliato, ed è diventato realtà.

Un uomo di buona volontà ha rimesso la speranza e l’umanità al centro dell’esperienza lavorativa, il gruppo ha fatto il resto, e Peppe più che la sua parte, con la costola di paradiso che si accompagna a lui giorno e notte, di nome Teresa.

Oggi 7 Luglio abbiamo prodotto un pò meno grandi materiali aereonautici, ma grandi semi di Umanità, quelli che ci ha donato generosamente con la sua emozionante visita Peppe Panico.

ps post tratto da Peppe e Teresa sua moglie. Post o poesia….

L’emozione che ho provato oggi va oltre ogni possibile spiegazione….io non ho dormito al solo pensiero di ciò che Peppe avrebbe provato stamattina!

Ero tesa impaurita e felice….xké lui era felice! Chiunque lo fa stare bene merita il mio GRAZIE e voi siete stati, siete e sarete sempre x lui (e x noi) fonte di gioia! !!
Quando pensava di voler venire in fabbrica gli si illuminavano gli occhi,gli stessi occhi che oggi pieni di lacrime di gioia hanno osservato tutto e tutti intorno a lui…il suo lavoro,la sua passione,il suo essere tra voi,il suo cassetto….mammamia stamattina il mio cuore è quasi scoppiato figuriamoci il suo.

Quando è salito in macchina ha tirato un sospiro quasi x dire”ah mo mi sento meglio! ” ed è vero…è stato meglio tutto il giorno!


Spesso quando tornava da lavoro stanco gli dicevo di nn esagerare xché nn ne valeva la pena,ma oggi gli chiedo scusa xché ne è valsa davvero la pena condividere tutto con voi….sappiate che da oggi è ufficiale…vi voglio bene anch’io!🙂
GRAZIE colleghi
GRAZIE amici
Teresa

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni su Francesco Viscione persona comune cittadino.

Amico e Compagno di altri sindacalisti scomodi e di preti scomodi, ma con larga etica ed umanità. Adoro la mia organizzazione la Fiom-Cgil, la e sua Costituzione, lo Statuto.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...