SOLIDARIETA’ AI COMPAGNI!

GENOVA Vertici FIOM indagati per manifestazione aeroporto

  Pubblicato il 14 luglio 2016 in Lavoro / Sindacato

GENOVA Vertici FIOM indagati per manifestazione aeroportoBruno Manganaro e Franco Grondona, segretario generale ed ex segretario generale della FIOM di Genova, sono gli unici indagati per occupazione di suolo pubblico, violenza privata e interruzione di pubblico servizio per la pacifica ‘invasione’ della hall dell’aeroporto di Genova del 4 gennaio 2012, al termine di una manifestazione dei lavoratori del cantiere di Sestri Ponente contro la minaccia di chiusura da parte dei vertici Fincantieri, che avrebbe significato la perdita del posto di lavoro per 2-3mila lavoratori, tra diretti e appalti. ‘Siamo orgogliosi di quello che abiamo fatto, perché il dovere dei sindacalistiè guidare le lotte e non stare in coda’ dichiara Manganaro, in una breve intervista rilasciata ieri.

ControCorrente era presente a quella manifestazione, di cui rivendica il valore in un comunicato di solidarietà ai due sindacalisti, rilevando come il problema per i lavoratori sia semmai che non sempre trovino ‘sindacalisti pronti a lottare con loro con la decisione necessaria’. Di seguito il nostro comunicato, pubblicato su Genova Today e Genova24:

L’Associazione ControCorrente esprime piena solidarietà a Bruno Manganaro e Franco Grondona, indagati per la manifestazione all’aeroporto di Genova del 4 gennaio 2012. In un paese in cui siamo abituati a vedere chi ricopre ruoli di responsabilità colto sempre più spesso con le mani nel sacco mentre usa la propria posizione per interesse personale troviamo ammirevole che ci sia ancora chi invece agisce alla luce del sole per difendere il diritto al lavoro di migliaia di persone. Se oggi la Genova del lavoro non è ridotta a un deserto è anche perché i lavoratori di questa città hanno lottato, anche in modo duro, per difendere un tessuto produttivo che oggi continua a generare ricchezza per l’intera città, non sempre trovando sindacalisti pronti a lottare con loro con la decisione necessaria.

Ci auguriamo e siamo fiduciosi che questa vicenda si risolva secondo buon senso. Di fronte a una crisi della democrazia rappresentativa che allontana sempre più i lavoratori e i semplici cittadini dalle istituzioni pensiamo che le forme di partecipazione democratica, anche conflittuale, alle grandi decisioni politiche ed economiche che riguardano intere comunità rappresentino un valore da difendere e non una deviazione da perseguire.

Informazioni su Francesco Viscione persona comune cittadino.

Amico e Compagno di altri sindacalisti scomodi e di preti scomodi, ma con larga etica ed umanità. Adoro la mia organizzazione la Fiom-Cgil, la e sua Costituzione, lo Statuto.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...