Hitachi, altri ultimi e dimenticati, come i cinque lavoratori ex Adler…..


Lettera al responsabile dell’HITACHI di San Giovanni

Signor Maurizio Manfrellotti

Come è difficile entrare nella pelle degli altri, sentire i loro problemi provare i loro turbamenti, la storia dei quattro operai dell’HITACHi ne è una conferma.

Lei con un colpo di spugna ha messo furi dall’azienda quattro operai padri di figli con situazioni personali e familiari gravissime togliendo loro con il lavoro anche la dignità.

Questi operai hanno sempre onorato il loro lavoro, sono  buoni , discreti e generosi come solo la nostra terra sa dare.

Come ricompensa ora per loro non c’è futuro lavorativo!

In questa decisione c’è anche la sua volontà, ebbene si domandi : “ Se io fossi nei loro panni cosa farei”? Cosa mi aspetterei dall’Azienda?

Lucia, la moglie di Enzo Borrelli,  con una figlia  ventisettenne  disabile  dalla nascita e non autosufficiente che vede compromesso il futuro familiare con il licenziamento del marito cosa può fare se non cadere in una profonda depressione che l’ha portata a compiere un gesto estremo che è sotto i nostri occhi?. 

Anche gli altri 3 compagni sono o invalidi civili od hanno figli con gravissimi problemi. Ad esempio uno di loro ha la figlia la figlia di pochi mesi  ricoverata all’ospedale Gaslini di Genova per un tumore al cervello e non sa se potrà rivederla.

Non ci faccia pensare che per la sua  azienda, che solo a Napoli ha più di 1600 dipendenti, questi operai sono scarti da gettare e magari da sostituire con personale interinale. 

Carne fresca a buon prezzo. 

Il gioco dell’azienda è stato facilitato dal fatto che questi lavoratori sono stati tempo fa esternalizzati in un’agenzia interinale, Quanta spa, pur continuando lo stesso lavoro.

Ma perché su 48 operai nelle stesse condizioni contrattuali e lavorative l’azienda Hitachi non ha assorbito o ricollocato solo loro 4 ?

Signor Manfrellotti  ha pure lei una famiglia, ma soprattutto ha un cuore, allora ripensi alla sua decisione e dia serenità a quattro operai che ormai vivono senza speranza.

Chi  le scrive è un prete, amico di questi operai , che con loro condivide ansie e dolori di questa autentica tragedia, egli desidera appellarsi alla sua coscienza di imprenditore ed implorarlo di fare un gesto umanitario accogliendoli di nuovo in azienda e l’assicuro che il suo gesto sarà fortemente apprezzato.

                                       Don Peppino Gambardella

19/07/17, 12:17:17: Don Peppino: Carissimi, provate ad immaginare cosa provereste se un vostro parente fosse improvvisamente licenziato dal lavoro mentre si trova in uno stato di invalidità fisica e con una figlia di 1 mese in ospedale al San Martino di Genova per un delicatissimo intervento al cervello. In questo momento la moglie di questo operaio Lucia, ha deciso di fare un gesto estremo salendo sul tetto dell’azienda HITACHI di San Giovanni a Teduccio con una bottiglia di benzina pronta anche a cospargesela addosso se non verrà ascoltata. Gesto estremo è vero ma la realtà è che nessuno ascolta più gli operai nemmeno i Sindacati. A chi devono rivolgersi? Sono stato con loro stamattina per dare la mia solidarietà e rappresentare anche voi. Ci siete veramente? “…..ero licenziato e tu mi hai dato solidarietà ” dirà così Gesù nel giudizio finale.

Annunci

Informazioni su Francesco Viscione persona comune cittadino.

Amico e Compagno di altri sindacalisti scomodi e di preti scomodi, ma con larga etica ed umanità. Adoro la mia organizzazione la Fiom-Cgil, la e sua Costituzione, lo Statuto.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...