I poveri non sono un problema: sono una risorsa. Una giornata a Pomigliano. 19-11-2017.

Rettoria della Chiesa del Carmine a Pomigliano.

Le parole di Francesco non suonano vane.

Da settimane, la Comunità parrocchiale ha organizzato con il cuore, ma sopratutto con i muscoli, dei tanti volontari, questa giornata in onore dei poveri, degli ultimi, degli indifesi.

Dopo la messa domenicale, tante culture e tante religioni, ma sopratutto tante identità umanitarie, si sono fuse in una comunione totale e liberatoria, nel pranzo della giornata dedicata da papa Francesco ai poveri.

Vivere per essi, e con essi da una grande assoluta libertà, quella che sprigiona l’amore del vissuto che parte da ognuna delle nostre coscienze.

Dare e donare una giornata diversa e comunitaria a chi vive di stenti e solitudine è solo una goccia nel mare dell’indifferenza e della solitudine dei tempi odierni, scanditi solo dall’individualismo feroce ed assassino di una società volta solo all’amore per se stessi.

Cogliere la gioia e l’amore che si sprigionava dagli occhi dei tanti giovani, e meno giovani volontari, che già dalle prime ore della giornata organizzavano tempi e ritmi di un lavoro comune e condiviso era un qualcosa di inenarrabile, che si cristallizzava negli occhi prima di fissarsi nell’anima.

Una giornata veramente dedicata al prossimo che vive in noi stessi, all’ultimo che ci portiamo dentro, all’indifeso che ognuno di noi almeno una volta , lo è stato nella vita.

La visione magnifica del gioco di bambini di estrazioni ed etnie diverse è stato un momento di estasi dell’essere che tutti avranno potuto e saputo cogliere, negli intervalli delle semplici, povere, ma belle portate di pane condiviso senza differenze di idee e di credo.

Regalarsi una giornata donandola al prossimo, non rafforza solo le conoscenze, ma stringe legami e crea vincoli affettivi individuali, diffondendoli all’infinito.

Il grande costruttore di questi vincoli, il regista, mai occulto di questo motore d’amore infinito verso il prossimo ha sempre il suo centro nel nostro indomito “motivatore seriale” questo sempregiovane anziano sacerdote che fa girare la giostra della solidarietè umana e cristiana in ogni dove, che sia il mondo del lavoro, della carità, e della legalità.

23622241_2144406398918894_93056124234054858_n

Un altro grande grazie va all’Angelo nascosto dietro le nuvole. Grande don Mimmo Iervolino nell’organizzare l’aggregazione musicale della giornata.

Fiero di essere Comunità di San Felice e del Carmine, la Pomigliano civile vive e si nutre di etica e di voi. Grazie ragazzi e non, Volontari del bene. Questa giornata rimarrà indelebile!

 

Annunci

Informazioni su Francesco Viscione persona comune cittadino.

Amico e Compagno di altri sindacalisti scomodi e di preti scomodi, ma con larga etica ed umanità. Adoro la mia organizzazione la Fiom-Cgil, la e sua Costituzione, lo Statuto.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...