Capitan Findus e l’operazione sogliola.

findus

A Capitan Findus il mandato gli e lo avevano conferito nella nella perfida Albione tra un riempimento di tempo e l’altro.

Organizzare un  comitato per la protezione e l’incentivazione alle specie ittiche a rischio estinzione in particolar modo l’ aggressiva Pegusa lascaris.

Gli è costato fatica, ma alla fine ha centrato l’obbiettivo, dribblando il tentennante primo livello per affondare direttamente il secondo.

Meglio rivolgere le energie da tutt’altra parte.

Clientele, favoritismi e comitati d’appetito vari sono il suo forte e quando si sente sfidato da e mostra sempre il meglio di se.

Agli esperti taglierei la testa” ,  ma si limita a togliergli la parola nelle riunioni, così come tenta di denunciarli ai vigilanti se gli danno fastidio nelle assemblee;  “Sono nazista a casa mai, be bene? ”  se si tratta di ricordare il 25 Aprile ma deve scappare per i troppi compromessi ; “Non mi affeziono a quello che dico” quando si smentisce un attimo dopo aver parlato, per quello che “vedo sempre il bicchiere mezzo pieno (il suo) rispetto a quello  mezzo vuoto” (per gli altri).

Questo è un piccolo sunto delle variegate argomentazioni, spesso patetiche e continuamente autoreferenziali che usa per controllare il gregge ricevuto in eredità ai tempi di sant’Antonio, che da decenni gestisce tra le praterie clientelari di quel di Luraghi.

Ciliegina sulla torta il filone di Pasqua spacciato per sciopero del 19 Aprile, proclamato all’ultima ora dell’ultimo giorno prima di Pasqua, chiunque viva un attività lavorativa sa che quell’ora, sia in prossimità della Pasqua che del Natale, è dedicata spesso allo scambio di auguri. Così Spendo Spando si inventa lo sciopero-farlocco  più filone e filopadronate del mondo,  made in Luraghi.

Quest’anno ha fatto il vuoto attorno a se, a forza di mangiare erba in solitudine il praticello, o addirittura forse il bosco, si è inaridito e bruciato, costringendolo ad andare altrove (a cercare spazio presso Il Padrone 2 la vendetta) in parole povere dove mette piede il nostro piccolo Attila non cresce più nulla e concorrerà in solitaria beatitudine nella fida compagine padronale prona per eccedenza ed eccellenza.

Anche se alle porte i finti stellati a trazione fascistoide con a capo il segretario del nulla, che gestisce il triunvirato di camice nere composto dal muto ed inetto busto mussoliniano, il pimppantte scissionista dei 730, e con la, non tanto, new entry uccel di ……., stanno dando molto fastidio al nostro irritabile irriducibile cuor di padrone.

A proposito di finti stellati, dopo i recenti sondaggi politici è venuto fuori anche il vero spirito dell’altro gruppo di ispirazione zitelliana, del Rinnova. Mento. oggi  improvvisamente vicini a Salvini e che da un po di tempo si vedono, si accoppiano e si firmano insieme.

La banda dei quattro.

Ahhhh quel Mao Tze Dong….

Informazioni su Francesco Viscione persona comune cittadino.

Amico e Compagno di altri sindacalisti scomodi e di preti scomodi, ma con larga etica ed umanità. Adoro la mia organizzazione la Fiom-Cgil, la e sua Costituzione, lo Statuto.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...